Scritte

Al Tavoletto sono sempre state presenti due scritte su pietra, una interna l’altra esterna.

P1000241.JPG

La prima scritta, tuttora visibile sul lato nord del Santuario, si riferisce al prezzo del grano nel 1628: “1628 il gra(no) v(ale) # 26 la mina in Piemo(n)te”. C’era già l’hashtag, nulla di nuovo sotto il sole…

L’altra iscrizione ricordava un evento miracoloso: lo sgorgare di olio da una pietra. Il miracolo sarebbe cessato quando qualcuno pensò di farne fonte di guadagno vendendo l’olio. Una leggenda che si trova in molti santuari mariani, come ad esempio in quello di Blufi, vicino a Palermo, dedicato proprio alla Madonna dell’olio. Purtroppo la pietra con l’iscrizione è scomparsa negli anni del saccheggio del Tavoletto, potrebbe essere finita molto lontano, ma potrebbe anche essere rimasta nelle vicinanze…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.